Quarto potere (1941)

Titolo originale: Citizen Kane

Voto 10
Paese di produzione: Stati Uniti d’America
Anno: 1941
Durata: 119 min
Genere: drammatico
Regia: Orson Welles

Interpreti e personaggi

Orson Welles: Charles Foster Kane
Joseph Cotten: Jedediah (Johnson/John) Leland
Everett Sloane: Mr. Bernstein
Dorothy Comingore: Susan Alexander Kane
Agnes Moorehead: Mary Kane

Difficile immaginare un film più importante di Quarto potere, un’opera che è una vera summa del cinema americano, così ricco di innovazioni e di riferimenti all’espressionismo tedesco (le atmosfere gotiche) da far accostare senza dubbio alcuno l’aggettivo genio a quello del suo giovanissimo autore (attore, regista, sceneggiatore) Orson Welles. Una grande opera psicologica che, in appena due ore, ci fa riflettere sulla psicologica fragile di un bambino a cui è stata rubata l’infanzia, dal potere che i soldi possono vere sulla vita e sulla libertà, sulla megalomania e l’inevitabile infelicità che questi creano. Le innovazioni tecniche sono straordinarie, le scene, le immagini così ricche di dettagli, le riprese in movimento, i campi lunghi dove tutto è messo perfettamente a fuoco, sono magistrali e rivoluzionarie. Ma queste sono solo al servizio di una storia commovente, dove il ricco e potente Kane è solo un poveri bambino che nella sua vita aveva sempre cercato di ritrovare la sua infanzia perduta. Poesia pura che rende incredibile l’ostilità che Welles ha sempre avuto dal mondo Hollywood interessato molto più al successo che alla qualità dei film.